Slow Food Piana degli Ulivi

Slow food in tre parole

Un cibo che cessa di essere merce e fonte di profitto, per rispettare chi produce, l’ambiente e il palato!

Buono

la genuinità dei prodotti è legata ai territori, alle differenze che contraddistinguono le diverse varietà, la selezione naturale e l’adattamento dell’uomo, gli utilizzi tradizionali in cucina

Pulito

le pratiche agricole influenzano il cibo che mangiamo, quindi la nostra salute, ma influenzano anche l’ambiente e l’ecosistema. Rispettarli è l’unica via per la continuità del genere umano.

Giusto

ogni agricoltore deve essere remunerato in misura giusta rispetto alle risorse impiegate e per la propria sussistenza, coprendo anche i costi ambientali e sociali.

comitato di condotta

Francesco Ghionda

Fiduciario

Enio Anglani

Tesoriere

Domenico Melpignano

Segretario e Webmaster – Rete Giovane

Giuseppe D’Alò

Coordinatore G.A.S.

Valentina Melpignano

Referente rapporti con le scuole

Maria Franca Mangano

Referente Biodiversità – Rete Giovane

Giuseppe Saponaro

Supporto Master e Laboratori

Franco Chialà

Referente dei produttori del Presidio del Pomodoro Regina di Torre Canne

Angelo Iaia

componente segreteria SF Puglia

Vito Pinto

Referente per Fasano – Rete Giovane

Enzo Cardone

Referente per Fasano

Felice Tanzarella

Responsabile di Condotta del Presidio del Pomodoro Regina di Torre Canne

Giuseppe Barretta

Docente Master of Food

Franco De Vito

Referente G.A.S.

COSA BOLLE IN PENTOLA?!

Notizie recenti

Contattaci

ti risponderemo nel più breve tempo possibile

Contact Us

https://www.facebook.com/slowfood.pianadegliulivi